Home  > Ambulatorio Terapia del Dolore

Ambulatorio Terapia del Dolore

La Consulenza di terapia Antalgica

Il dolore é un prezioso segnale di allerta che ci avvisa quando nel nostro organismo qualcosa non funziona. Se dovessimo descrivere il dolore potremmo sicuramente dire che é un esperienza spiacevole che coinvolge completamente i nostri sensi e le nostre emozioni la cui percezione dipende sicuramente da componenti di tipo emotivo, sociale e spirituale. La percezione dell´intensitá del dolore non dipende solamente dal tipo e dall´estensione del danno ai tessuti ma da una complessa interazione e relazione tra impulsi dolorifici (nocicettivi) e impulsi non dolorifici (non nociettivi) che vengono veicolati dal nostro sistema nervoso.

Esistono diverse tipologie di dolore per questo possiamo dire che un dolore é acuto quando insorge a causa di una lesione e scompare con la guarigione della causa che lo ha generato. Il dolore acuto é un dolore utile perché ci avvisa che in noi qualcosa non funzione, é limitato nel tempo,risponde bene al trattamento con farmaci antidolorifici ma é solo un SINTOMO. Quando il dolore persiste nel tempo perché non adeguatamente trattato si trasforma in dolore cronico. In questa situazione, molto piú frequente di quanto non si pensi, si verifica una alterazione dei meccanismi percettivi del dolore, vengono ipersensibilizzati i recettori periferici e centrali arrivando a generarsi una condizione percettiva del dolore completamente diversa „patologica“. In questi casi anche stimoli che generalmente non sono dolorosi (tattili o termici) vengono interpretati come dolorosi dal nostro sistema nervoso centrale generando ció che in termini specialistici si defnisce IPERALGESIA e ALLODINIA. Il dolore cronico diventa allora una MALATTIA vera e propria non piú un sintomo, puó arrivare a condizionare l'intera esistenza dell´individuo, influenzare profondamente la qualità della vita e non rivelarsi utile al fine di migliorare e caratterizzare la diagnosi. Il dolore, inoltre, determina anche conseguenze familiari e sociali, influendo su tutta la vita di relazione del paziente. In questo caso la strategia terapeutica diviene complessa perché utilizza diverse metodiche (farmacologiche, strumentali, fisioterapiche, ecc ecc) ed é multisciplinare perché prevede l´intervento di competenze diverse.

La terapia del dolore o algologia (branca della medicina che si occupa del trattamento del dolore) ha fatto passi da gigante negli ultimi 60 anni nel comprendere i meccanismi che sono alla base del dolore. Con la terapia adeguata del dolore si ottiene un miglioramento decisivo della qualitá di vita di chi soffre riducendo anche i costi sociali legati alle patologie che inducono dolore cronico sia in termini di costi per i trattamenti che in termini di giornate di lavoro perse. Il medico antalgologo nella maggior parte dei casi, per analogia con la sua professione abituale che lo porta a riconoscere e trattare i piú disparati dolori, é un anestesista specializzato nella cura del dolore.

La visita antalgica é costituita da vari momenti che portano ad un accurata conoscenza del paziente. Fondamentale risulta la racolta della storia del dolore legata per esempio alla modalitá di insorgenza alla distribuzione all´irradiazione al tipo alle caratteristiche ai sintomi correlati ecc ecc. Altro momento importantissimo della visita é la misurazione del dolore ( esistono varie scale), lo studio degli esami di laboratorio e strumentali, l ésame obiettivo con la visita accurata del paziente. Con queste e altre informazioni viene redatta la cartella antalgica del paziente che raccoglierá tutte le informazioni utili per il trattamento del dolore. In accordo con il paziente verrá quindi elaborata la strategia terapeutica che potrá basarsi su trattamenti farmacologici, neuromodulatori, infiltrativi piu´o meno complessi e quando indicato anche con trattamenti non convenzionali (agopuntura, auricoloterapia, ecc). Il dolore cronico é inutile e dannoso, non dobbiamo assolutamente sopportare in silenzio il disagio che ci causa magari sconfortati da cure inefficaci. Abbiamo i mezzi per combatterlo e migliorare la nostra qualitá di vita.